L’edilizia sostenibile non è per tutti

Eh già, l’edilizia sostenibile non è per tutti.

Anzi. E’ molto selettiva.

Eppure, quello che fa la differenza non è semplicemente la questione economica.

Si, perché costruire in modo sostenibile è una scelta che tutti possiamo fare, in diverse forme e in diversi modi.

Come?

Facendo un passo oltre la soluzione conosciuta per cercare e trovarne una più naturale.

A partire da piccole azioni come verniciare o rifinire le pareti interne a questioni più complesse come ad esempio in che modo costruire le murature portanti o che impianti usare, quando puntiamo alla sostenibilità una risposta la troviamo.

E la troviamo perché la sostenibilità ha misure e forme diverse ma, come ogni cosa, non è per tutti, è solo per chi la vuole!

Certo, per volerla dobbiamo conoscerla e sapere quali sono i vantaggi che comporta quando orientiamo le nostre scelte abitative con la bussola della sostenibilità.

Quali caratteristiche per la sostenibilità?

BENESSERE
Le soluzioni sostenibili, quelle edili come quelle legate al cibo, alla moda, etc. sono soluzioni volte al benessere delle persone, che portano cioè non sempre alla cosa più facile ma quella che, a lungo e medio termine, possa garantire un miglioramento della qualità della vita. Il fatto che una soluzione ci faccia fare un gradino in più rispetto a come viviamo è un valore aggiunto: non solo soddisfiamo un bisogno (abitare, mangiare, vestire) ma nel soddisfarlo ci sentiamo bene e anzi, alla lunga, stiamo meglio.

RISPETTO PER L’AMBIENTE
Il nostro benessere e il benessere dell’ambiente sono una cosa sola. Certo forse questo concetto è più difficile da percepire, tuttavia quando le nostre azioni portano “benessere” solo a noi a discapito delle risorse del pianeta, alla lunga si creano sistemi insostenibili, volti a soddisfare il presente senza attenzione per quel che sarà. Quando invece le azioni per il nostro benessere sono azioni che portano vantaggi – o quanto meno riducono il danno – anche alla natura creiamo modelli che stando nel presente, guardano al futuro e lo rendono possibile.

RISPARMIO ENERGETICO
Se per perseguire azioni di benessere che allo stesso tempo rispettano l’ambiente usiamo molta, troppa energia, comunque c’è qualcosa di storto. E’ importante che le azioni che compiamo, perché queste siano sostenibili, siano volte all’efficienza energetica. Che questa efficienza sia degli edifici o degli umani, poco importa.

I sistemi sostenibili sono rivolti a ottimizzare le risorse, valorizzando ed usando al meglio quello che c’è.

Come la traduciamo nella nostra casa?

MATERIALI NATURALI
Spesso usare materiali naturali è un primo passo per materializzare le caratteristiche della sostenibilità elencate qui sopra e renderle concrete nella nostra vita di tutti i giorni.
La scelta è ampia e ogni casa trova il suo modo di integrare questi materiali nel progetto se ha l’ambizione di diventare sostenibile.
Un detto dice “chi vuole una cosa una via la trova, chi non vuole una cosa una scusa la trova”, con la sostenibilità in edilizia è esattamente così.
Quando ci sono interesse e motivazione si trovano forme e modi molteplici per rispondere alla domanda “come”.
Non essendo ancora così “banali” le risposte è meglio essere determinati e avere buoni compagni di viaggio capaci di “sostenerti” lungo la via!

Quali sono i vantaggi della sostenibilità?

Le caratteristiche elencate prima, benessere, rispetto per l’ambiente e risparmio energetico, non sono solo attributi neutrali della sostenibilità ma anche parte dei suoi vantaggi.

SODDISFAZIONE
Oltre a queste caratteristiche, il primo vantaggio che istintivamente attribuisco alla sostenibilità è la soddisfazione. Il sentirsi bene e soddisfatti di quello che si fa, delle scelte e delle modalità che si trovano per perseguirle; la soddisfazione di raggiungere attraverso un’azione – a proposito di risparmio energetico – molteplici risultati positivi.

ENTUSIASMO
La soddisfazione porta entusiasmo.
Fare qualcosa che ci rende soddisfatti aumenta il nostro trasporto verso quelle stesse azioni, creando circoli virtuosi: più facciamo più vorremmo continuare, almeno fino a che è sostenibile. 🙂

ENERGIA
Soddisfazione ed entusiasmo portano a stimoli e nuove energie.
Non si crea qualcosa di finito, piuttosto sistemi dinamici in cui ogni cosa può evolversi, svilupparsi e prendere nuove forme; la sostenibilità può essere insomma una fonte di energia, pulita e rinnovabile!

In conclusione

I processi di costruzione con materiali naturali innescano dinamiche di cantiere e risultati finali diversi dal convenzionale: non importa l’ordine di grandezza, ogni scelta nella nostra casa può essere fatta guardando il mondo con la lente della sostenibilità e cogliendo tutti i vantaggi che possono arricchirci lungo il viaggio, se prendiamo questa strada.

L’edilizia sostenibile non è per tutti.
E’ per chi la vuole e la sceglie.

La scelta è nelle tue mani e prima ancora nel tuo modo di guardare le cose.

Per questo ti chiedo, se pensi ad un lavoro da fare in casa e lo guardi con la lente della sostenibilità, quali vantaggi vedi?
Quali benefici a medio e lungo termine trovi?

Facci sapere cosa pensi, diffondiamo visioni sostenibili!

Sara